GF INFORMA
Il mio account      
    CONJONCTYL - IL SILICIO ORGANICO IN MEDICINA ESTETICA








 CHI SIAMO
 PARTNERSHIP
 CONTATTI
PRODOTTI
Apparecchiature per la cura del corpo 
Implantologia dentale e chirurgia maxillo facciale
Linea cosmetica per viso e corpo
Ortopedia
Otorinolaringoiatria
Patch per cicatrici
Soft Lifting
Urologia
Ustioni
Materiale protesico 
Fillers 
Guaine contenitive post intervento chirurgico
 BIOLOGIA FUNZIONALE
 OFFERTE PRODOTTI
GF INFORMA
 
    CONJONCTYL - Il silicio organico in medicina estetica
  

Dott.ssa Lucia Campanini Specialista in Scienza Dell?Alimentazione Esperto e Consulente in Medicina a indirizzo estetico Esperto in Medicina Naturale Esperto in Omotossicologia

Il principio attivo ? il salicilato di mono-metil-tri-silanolo [CH3-Si(OH)3],un derivato organico del silicio solubile in acqua, biodisponibile e biologicamente attivo. Il silicio organico ? associato ad acido salicilico mediante legami idrogeno,che permettono il mantenimento in soluzione del prodotto ed evitano la policondensazione del mono-metil-tri-silanolo. Questi legami si scindono una volta iniettati a livello del derma: l?azione antalgica del salicilato permette di ridurre la sensazione dolorosa dovuta all?iniezione, e la liberazione del silanolo in situ potenzia la sua azione sulla ristrutturazione e sulla riorganizzazione del derma stesso.


 


 


PROPRIETA? DEL SILICIO ORGANICO


?        Il S.O. ? un elemento strutturale del tessuto connettivo ed entra nella costituzione delle principali macromolecole quali elastina, collagene, proteoglicani e glicoproteine,promuovendo la loro rigenerazione.


?        Ha azione di regolazione del metabolismo e della divisione cellulare.


?        Induce il controllo e la proliferazione dei fibroblasti a livello del tessuto connettivo.


?        Ha funzione di biocatalizzatore,intervenendo in diversi processi enzimatici.


?        Funge da protettore metabolico,agendo a vari livelli : si oppone alla per ossidazione lipidica responsabile della liberazione dei radicali liberi e contrasta la reticolazione e la glicosilazione non enzimatica delle proteine costituenti il tessuto connettivo, che ne provocano rigidit? e sclerosi.


?        Regola e stimola le mitosi dei fibroblasti e per questa propriet? riveste un ruolo di fondamentale importanza nel processo di rigenerazione delle cellule dermiche ed epidermiche.


?        E? un co-fattore della sintesi dell?elastina.


?        Favorisce la cicatrizzazione delle ulcere.


?        Il processo di cheratinizzazione ? correlato alla presenza del S.O.


?        Possiede una spiccata azione lipolitica,legata alla stimolazione dell?AMPc.Questa propriet? ? legata all?attivazione promossa dal S.O. della formazione di adenil-ciclasi a livello adipocitario. La induzione della lipolisi indotta dal S.O. ? circa 7 volte superiore a quella provocata dalle metil-xantine e non presenta alcun effetto collaterale.


 


Il S.O e contenuto in elevatissima percentuale nel mesenchima embrionario,e diminuisce con il passare del tempo. Nel giovane la cute contiene una grande quantit? di S.O.,che progressivamente decresce con l?et?. A questa diminuzione sono correlati i segni visibili dell?invecchiamento cutaneo. Nella cute sono presenti fibroblasti e matrice extracellulare,costituita da collagene,elastina,acido ialuronico e GAG (GlicosAminoGlicani ).


La sintesi del collagene ? dipendente dal S.O.,in particolare per quanto riguarda il processo di idrossilazione della prolina in OH-prolina ( idrossi-prolina ).Il silcio ? infatti un fattore limitante essenziale dell?attivit? dell?enzima prolil-idrossilasi.


Anche la sintesi di elastina ? in stretta dipendenza del contenuto in silicio.


L?idratazione e l?elasticit? della cute sono dovute anche esse al contenuto in GAG e macromolecole che dipendono in larga misura dal silicio. Il contenuto in silicio ? quindi strettamente correlato con le ottimali condizioni della cute,quali il tasso di idratazione, l?elasticit?, l?assenza di rughe e di linee di espressione,la capacit? di cicatrizzazione e di rigenerazione.


 


La cute invecchiata presenta :


?        diminuzione di spessore ( in media del 6% ogni decade )


?        lassit?


?        diminuzione del contenuto di acqua ( disidratazione )


?        disomogenea distribuzione del pigmento melaninico


?        dilatazione dei vasi capillari e loro aumentata fragilit?


?        solchi,rughe e linee di espressione


 


Istologicamente si rileva :


?        atrofia  ( di diversi gradi ) per perdita di cellule e di sostanza intercellulare


?        accumulo di fibre elastiche con caratteristiche anomale  (irrigidite,sfibrate ed ispessite)


?        importante diminuzione della quantit? di collagene


?        aumento della massa amorfa ( GAG )


 


 


CONJONCTYL IN MESOTERAPIA IN MEDICINA ESTETICA


 


?        Permette la rigenerazione della cute alterata, agendo sulla stereo-struttura dei componenti fondamentali.


?        Induce una significativa attenuazione delle depressioni cutanee ( rughe e linee peri-oculari e peri-labiali ) in tempi relativamente brevi.


?        Ritarda e contrasta l?invecchiamento come fenomeno globale,sia inducendo limitazione della degenerazione e sclerosi connettivale e attivazione del microcircolo,sia opponendosi alla formazione dei radicali liberi.


?        Esplica una azione efficace sulle smagliature ( specialmente se di recente comparsa ) e sulle cicatrici.


?        Possiede spiccata propriet? lipolitica.Questa prerogativa, unita all?attivit? di rigenerazione connettivale e di rallentamento della degradazione delle fibre collagene poste fra gli adipociti,rende Conjonctyl estremamente efficace nelle situazioni in cui coesiste una componente di lassit? e di sclerosi tessutale associata alla PEFS.


?        Il ph della soluzione di Conjonctyl e di 5,7 e lo rende associabile ad altri preparati in cocktail modulabile per le diverse indicazioni in mesoterapia in medicina estetica.


 


N.B: Limitazione all?uso di Conjonctyl nei soggetti che presentano allergia all?acido salicilico  (nome commerciale del preparato pi? diffuso : Aspirina )